Preparare la casa per l’imbiancatura

imbiancareQuando si dipinge casa spesso ci si preoccupa del lavoro da fare, non solo per l’effettiva stesura del colore sulle pareti, ma soprattutto per la preparazione degli ambienti. In molti casi infatti, per risparmiare sul lavoro del professionista, è possibile predisporre gli ambienti da soli, evitando che questa opera sia svolta dall’imbianchino. Per un preventivo sui lavori di imbiancatura è possibile contattare imbianchino roma easy, per capire se è opportuno lasciare all’imbanchino tutto il lavoro o se sia il caso di svolgerne una parte da soli.

Come preparare la casa

Se si decide di affidare l’intera opera di imbiancatura ad un professionista, questi si occuperà di tutto. In pratica gli consegneremo la casa così com’è, per ritrovarla dopo qualche giorno totalmente ridipinta e pulita alla perfezione. Per risparmiare qualche euro possiamo invece lasciare all’imbianchino le sole opere di imbiancatura. Quindi dovremo fare in modo che possa raggiungere comodamente le pareti. Le prime operazioni consistono nel rimuovere i mobili. Ove possibile li si dovrà spostare in un’altra stanza, ma per effettuare un lavoro meno pesante è anche conveniente riunire tutti i mobili al centro della stanza da dipingere, ricoprendoli con gli appositi teli, o anche con vecchie lenzuola, che saranno, dopo il lavoro, da buttare. Oltre a questo è necessario rimuovere tutte le decorazioni dalle pareti, come ad esempio quadri, mensole o qualsiasi altro oggetto che possa risultare d’intralcio.

La mascheratura

Dopo aver rimosso mobili e complementi d’arredo è necessario effettuare l’operazione che, in gergo, è detta mascheratura. Si tratta di coprire tutte le parti della stana che non dovranno essere dipinte, come ad esempio i battiscopa, se si decide di non rimuoverli, gli interruttori, i lampadari e gli infissi. In commercio si trovano pratiche strisce adesive, che permettono di ricoprire tutto ciò che non si deve sporcare, per poi rimuovere facilmente la copertura, con un semplice gesto. Si tratta quindi di nastri a bassa adesività, che non andranno a lasciare tracce di colla una volta rimossi, o a staccare pezzetti di rivestimento, inficiando totalmente il risultato delle opere effettuate. Dopo aver mascherato ogni cosa che non si vuole dipingere sarà necessario pulire le pareti, utilizzando una spazzola, o anche l’aspirapolvere. Sulle mura della casa infatti può annidarsi la polvere, o anche le ragnatele; queste impurità in fase di imbiancatura verrebbero catturate dal pennello e inglobate nella vernice. Il risultato quindi invece che liscio e omogeneo potrebbe risultare ruvido e poco gradevole.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *