Arriva oggi la nuova banconota da 50 euro

Viene messa in circolazione da oggi, 4 aprile, in tutti gli Stati membri dell’Unione europea la nuova banconota da 50 euro. Presentata qualche settimana fa in veste ufficiale, la nuova banconota da 50 euro comprende diverse innovazioni, principalmente incentrate sul colore. Così come per quanto concerne gli altri tagli, la motivazione che ha sostenuto la necessità di modificarla deriva dalla necessità di renderla più sicura: non è un caso che la banconota da 50 euro rappresenta la metà del contante in circolazione, è anche quella più falsificata.

Dalla Banca Centrale Europea, in tal proposito, rendono noto che la banconota da 50 euro di nuova emissione sarà più sicura e, oltretutto, costerà ancora di meno: per la produzione di un’unica banconota, infatti, i costi si aggirano tra i 6 ed i 10 centesimi di euro, suddivisi tra inchiostro speciale, carta e stampa.

Per quanto concerne le novità in maggiore dettaglio, possiamo partire da… quello che non cambia: la banconota che entra in circolazione oggi non apporta infatti cambiamenti per quanto concerne i disegni riportati che, pertanto, saranno sempre ispirati al tema “Epoche e stili”. Non muteranno nemmeno i colori dominanti, mentre vi saranno alcune modifiche più lievi ma comunque ben evidenti, affidate al bozzettista di Berlino Reinhold Gerstetter. Modifiche che non impatteranno gravemente sull’estetica già nota a tutti i possessori di questo taglio di banconote, ma che consentiranno comunque chiunque di distinguere facilmente il nuovo taglio da quello vecchio.

Tra le principali innovazioni, citiamo brevemente l’inserimento nella carta dell’Europa anche di Malta e di Cipro, che sono entrati a far parte dell’Unione Europea dopo il 2002, e la presenza dei caratteri cirillici per la scritta Euro, oltre a quelli latini e greci. L’acronimo della BCE è inoltre scritto in dieci varianti linguistiche rispetto alle attuali cinque.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *