Il formato di un file video

videoI file video oggi disponibili possono essere di diversi formati. Sono varie le situazioni in cui ci si trova a dover modificare il formato di un file, sia perché un particolare lettore non ci permette di decodificare un file in un certo formato, sia perché ci troviamo nella situazione di doverlo comprimere, in quanto di dimensioni eccessive.

Comprimere un video

Le situazioni in cui si deve comprimere un video sono del tutto identiche a quelle in cui si desidera semplicemente modificarne il formato, con in più il fatto che di solito si intende mantenere l’elevata qualità del video anche dopo la compressione. Per poter svolgere questo tipo di modica è essenziale munirsi di un buon programma di conversione dei video, come ad esempio quello che potete trovare qui. L’uso di questo tipo di software non è poi così complesso, anche perché in genere sono pensati per qualsiasi tipo di utilizzatore, anche quello occasionale. Per poter comprimere il proprio filmato è necessario scaricare il programma di video conversione e installarlo sul proprio computer. A questo punto lo si può aprire, per poi modificare il file sorgente.

Perché comprimere un video

Perché si dovrebbe comprimere un video? Nella maggior parte dei casi questo tipo di modifica si effettua per poter vedere il video su tuti i dispositivi disponibili in casa. Il caso più classico è quello in cui si intende spostare un film sullo smartphone, per guardarlo durante un viaggio, o nel corso di un periodo di attesa per qualsivoglia motivo. Può anche capitare invece di dover comprimere la propria videoteca, ad esempio per inviare i filmati ad un amico tramite la rete, in modo da non dover impiegare eccessive quantità di banda, o anche per postare il filmato su un social network. In queste situazioni è importante evitare di sovrascrivere il file di origine: potrà sempre servire un domani per ulteriori conversioni.

Modificare un video

Oltre alle situazioni in cui è necessario comprimere un file, può anche capitare di doverne semplicemente modificare l’estensione. Questa opzione si realizza con il medesimo programma utilizzato per la compressione. Per ulteriori modifiche si può invece cercare un programma di Video Editing, che consentirà anche di manipolare le immagini, effettuando un montaggio più interessante, togliendo le scene poco interessanti o aggiungendo una colonna sonora. Tutte queste operazioni oggi si svolgono in modo rapido e semplice: le potrebbe fare anche un bambino piccolo grazie ai software che si possono trovare in rete.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *