Riconoscimento facciale al supermercato: novità in vista

Pensateci un pò: un ristorante in cui potete entrare e ordinare da una postazione tecnologica che vi riconosce e vi suggerisce il menu. Per esempio, se siete giovani potrebbe esservi proposto del pollo fritto e una Coca-Cola, mentre se siete una donna di mezza età potrebbe fornirvi qualcosa di più leggero.

Realtà o fantascienza, per il momento il progetto è più vicino alla prima rispetto alla seconda, grazie a un locale della catena di fast food Kfc (Kentucky Fried Chicken) in Cina, dove si sta appunto passando a sperimentare la fruizione di un particolare software per il riconoscimento facciale, che è in grado di determinare se il cliente è una donna, un uomo, di che età e persino di quale umore. Il tutto, naturalmente, con l’obiettivo di consigliare il piatto che è ritenuto maggiormente idoneo al profilo del cliente.

Il sistema ha non solo la finalità di arrivare più direttamente a “conoscere” il cliente, quanto anche cercare di sveltire le code superando l’indecisione del consumatore, garantendo un’esperienza che non potrà che essere più soddisfacente e utile per poter raccogliere dei dati sui frequentatori del locale, che andranno poi ad essere utilizzati per poter personalizzare le azioni di marketing e di comunicazione.

Il merito di un simile passo in avanti è anche di Baidu, il più importante motore di ricerca in Cina, che ha permesso a Kfc China di disporre delle potenzialità per poter aprire un nuovo ristorante super tecnologico, con accluso il riconoscimento facciale per poter fornire suggerimenti ai consumatori su cosa ordinare basandosi su elementi come l’età, il genere e l’espressione del viso. E voi che ne pensate?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *